Neve Cosmetics: Neogothic (+ Swatchland)

10 novembre 2017


Un tempo lontano, scandito dalle ombre…
Profezie, simboli, incantesimi, tonalità rare e misteriose.
La magia è negli occhi di chi guarda.
Ho sempre subito il fascino del gotico. Da quel che riesco a ricordare non ci fu un vero e proprio momento in cui lo realizzai, penso però che i paesaggi della mia infanzia abbiano influito. Sì, perché passavo da un allegro paesello di montagna ad uno in cui le costruzioni barocche parlavano da sé. E le grotte ghiacciate, i boschi dal sapore norreno. Quando le altre si travestivano da principessa, io dicevo a mio papà di volere un pipistrello su tutta la faccia, oppure chiedevo a mia mamma di sfilacciarmi una vecchia gonna nera. Qualche anno dopo mi tinsi i capelli di nero ed il mio guardaroba si rinfoltì di capi esclusivamente neri. Cradle of Filth, Within Temptation, Nightwish nelle orecchie.
Sebbene fu solo una fase il gotico non mi lascia mai ed anzi, è lui a cercarmi ogni volta che me ne dimentico. 

Chi meglio di me poteva apprezzare un'intera collezione gotica? 

La Neogothic di Neve Cosmetics si compone in un totale di 11 pezzi:
  • 3 ombretti: Melusine, Prophecy, Hero
  • 3 pastelli labbra: Mandragora, Symbol, Witch
  • 3 pastelli: Sword, Knight, Dagger
  • 1 Vernissage: The Magic Circle
  • 1 Blush: Court


Ombretti
  • Hero: duochrome nero con riflessi blu brillante, il colore delle notti di luna calante
    Sapete quanto sia difficile trovare un ombretto blu dal colore così pieno? No, non lo sapete. E allora ve lo dico io: sono stati tanti gli ombretti pressati blu ad essere passati tra le mie mani(ne) e vi assicuro che non è scontato che trasferiscano sulla pelle un colore che risulti pieno ed omogeneo. La particolarità di Hero (ed oserei dire, la sua carta vincente) sta proprio nella base di nero. È stato concepito molto molto bene.
  • Melusine: nero e cremoso con riflessi antracite, oscuro ed ammaliante come la creatura di cui porta il nome
    Questo è uno dei pezzi più interessanti e rappresentativi della Neogothic e proprio il genere di ombretto che stimola la mia creatività: è misterioso, difficilmente qualificabile. La sua texture è cremosa come da descrizione e ciò permette di creare più aderenza sulla pelle riducendo le possibilità di fallout (che comunque, dipenderà sempre dal tipo di pennello e dal modo in cui ne fate uso). Veramente bellissimo. Ho usato Melusine in questo makeup postato su IG.
  • Prophecy: bronzo a sottotono borgogna con shimmer dorato ed interferenze verdi, mille riflessi, infinite interpretazioni
    Mi piace moltissimo il modo in cui Neve lo descrive, specie la parte riguardante le interferenze verdi che non avrei mai detto di vedere in un ombretto del genere. Prophecy è quanto di più distante ci sia dalla banalità e lo amo proprio per questo.


Blush
  • Court: blush rosso tramonto a sottotono rubino, il colore equivoco degli intrighi di corte
    Ho delle serie difficoltà a farmi piacere sfumature di blush che non siano palesemente calde, eppure Court sembra parlare d'altri tempi, di gote accese e di belletti, di crinoline e bisbigli nell'orecchio. Penso a Marie Antoinette guardando il ritratto Marie-Antoinette à la Rose; Le Brun pare aver trasferito il colore della rosa direttamente sulle guance della regina di Francia. E poi guardo Kirsten Dunst nella sua interpretazione della delfina e ragazze... È tanto difficile per me non credere che Neve Cosmetics non si sia ispirata proprio a lei.

    * Potete vedere gli swatch su guancia di Court nelle foto in cui indosso i pastelli labbra. 
Pastelli labbra
  • Symbol: beige chiaro caldo intenso dal sottotono ambrato
    A primo acchito mi ha vagamente ricordato di un altro pastello labbra, ossia Miele, che è invece palesemente più rosato rispetto a Symbol, di un beige più caldo. Ottima la sua presenza in collezione in quanto a versatilità e portabilità.
  • Mandragora: color rosa carne scuro, intenso e languidoQuesta è la selezione che preferisco tra i tre pastello labbra presentati per la collezione. Si tratta di una tonalità certamente più naturale della chiarissima Symbol e della super viola Witch. Penso che possa variare molto da persona a persona, sarebbe da provare.
  • Witch: viola scurissimo a sottotono magenta
    Witch è... Assurdo. Non ho mai visto una matita labbra che fosse di un viola così vivido. Non mi esprimo sulla tonalità in quanto sapete già che prediligo ben altri colori ma in quanto a pienezza e particolarità, il livello è molto alto.



Pastelli
  • Sword: oro opalino shimmer, a sottotono neutro-freddo
    Devo ammettere di non essere una gran cultrice di matite shimmer, ne ho e ne compro pochissime perché so di non riuscire a sfruttarle come vorrei. Ottime come punto luce, ma che si ottiene comunque con un ombretto illuminante ed un pennello adatto allo scopo. Direi di poter vivere senza ma il concept è molto carino e non mi dispiace la sua presenza in questa collezione.
  • Knight: seppia scuro in base verde tabacco
    Questo è decisamente il mio genere, non solo per la sua sfruttabilità ma anche per il colore non meglio identificabile. Ho usato Knight come base nel makeup che ho pubblicato su IG, successivamente coperto e sfumato con Melusine ed una punta di Prophecy nell'angolo interno. I pastelli matte sono sempre molto versatili e più se ne hanno meglio è per quanto mi riguarda! Scriventissima e super morbida e sfumabile.
  • Dagger: verde agata scurissimo a sottotono bronzo
    Perché quando vedo qualcosa di verde, che sia un ombretto o un pastello, penso subito al Natale? Eppure sono la personificazione del Grinch ragazze, non scherzo. Il verde agata è tra l'altro molto simile al verde pino (quest'ultimo poco più caldo e profondo) ma l'aria natalizia resta; in definitiva Dagger ispira makeup natalizi a go-go. Colore sfruttabile sia come base che come semplice riga di matita.




Vernissage
  • The Magic Circle: gloss-rossetto duochrome bronzo brunito in base nera con interferenze oro
    Credo sia il pezzo debole della collezione. A meno che non ne siate assolutamente innamorate potreste non indossarlo tutti i giorni. Resta a suo modo particolare.




Le mie impressioni

La collezione è molto ben riuscita, penso di aver sentito la mancanza di un bel marrone tabacco tra gli ombretti ma non mi dispiace così come è stata concepita. Tutti i pastelli labbra sono a loro modo tematicamente adatti e abbastanza sfruttabili, meno forse per Witch. Tuttavia mi dichiaro apertamente non del tutto convinta di The Magic Circle e della sua potenzionalità commerciale. Resta una collezione concettualmente bellissima.



La collezione è uscita sul sito di Neve Cosmetics già da tre giorni, quali sono le vostre prime impressioni? Avete già comprato qualcosa? Lo farete? Qual è il pezzo più interessante?

Defa Cosmetics Novità Skincare 2017: Aqua Shake & Creamy Cleanser

04 novembre 2017


Anche quest'anno niente Sana per me, non ho potuto quindi curiosare fisicamente tra le novità presentate quest'anno ed in particolar modo, visitare lo stand di Defa Cosmetics, da sempre marchio di mio sincero interesse. Ho però avuto la possibilità di riceverle in anteprima dall'azienda e sono qui per parlarvi di due prodotti con la P maiuscola, per davvero.

La novità in evidenza è che Defa Cosmetics tratterà anche prodotti skincare: conosciamo già diverse aziende italiane - e non - che sperimentano il passaggio - o meglio, l'implemento - del makeup nella propria, ma difficilmente accade il contrario; perché chi si occupa di makeup spesso punta solo ed unicamente a questo. Non avevo alcunissima pretesa né aspettativa ma ne sono rimasta incantata fin dal primo incontro, quello con il profumo di Aqua Shake, una volta aperto il pacchetto.
Ma procediamo per gradi, vi va?

I due nuovi prodotti si chiamano Aqua Shake e Creamy Cleanser e sono confezionati nello stesso packaging con flacone compreso di erogatore. Il design è semplice, serio, professionale. Lo adoro.
Dal punto di vista pratico entrambi gli erogatori si comportano molto bene, elargendo una quantità sufficiente e non eccessiva di prodotto.



Aqua Shake
Un innovativo prodotto multifunzionale che combina la delicatezza e freschezza dell'acqua micellare, al potere dello struccante bifasico. (...)
Uno struccante bifase bio a base di... Acqua. Proprio così. E non crediate, neanche solo per un momento, che il prodotto possa presentarsi oleoso, perché non lo è. Il colore è di un ambrato chiarissimo e presenta dei minuscoli granuli di fiore di camomilla (se non agitato correttamente), talmente piccoli da notarli a malapena, proprio come accade per infusione sul fondo della tazza. Anche la sua consistenza è acquosa, leggera e molto delicata. Fresca. La fragranza è quanto di più dolce e buono abbia mai sentito.
Dicevamo che la sua formula è a base di acqua*, il che la rende di per sé estremamente delicata sulla pelle, motivo per cui mi sento escludere la possibilità di irritazioni. La mia pelle è molto sensibile e si arrossa facilmente con un nonnulla, anche con il solo strofinamento. Se utilizzate dei dischetti di cotone di qualità e quindi dalla superficie soffice e liscia, il prodotto si comporta per quel che è: un delicatissimo struccante.
Ma delicato può essere sinonimo di inefficiente - ho pensato erroneamente. E invece ho visto - con questi occhi! - quanto il prodotto fosse in realtà performante. Ho testato le sue proprietà struccanti in ogni modo possibile ed immaginabile: mascara waterproof, rossetto liquido, eyeliner, perfino una combinazione di sei fondotinta iper coprenti stratificati l'uno sull'altro (ci si diverte a coprire i tatuaggi ultimamente). Il risultato è stato ineccepibile. Nei casi più duri è stato necessario strofinare un po' ma vi assicuro che non una traccia di colore è sopravvissuta al suo intervento.
Non immaginavo che uno struccante bio potesse arrivare a tanto.

* a base di acqua di Rosa Centifolia, succo di Aloe Vera, olio di Girasole, estratto di Opuntia, olio di Jojoba, estratto di Camomilla, estratto di Amamelide (Ingredienti attivi)
Visualizza l'inci completo qui.

PREZZO: 18,90 €
CONTENUTO: 200 ml





Creamy Cleanser

È un dermo-detergente dalla piacevole texture vellutata e leggera, che rimuove perfettamente trucco e impurità. (...)

Devo essere sincera, ho provato ben pochi latte detergente nella mia vita e nessuno di questi era bio. Ancora una volta, partivo senza alcuna pretesa né aspettativa. Come dicevo, l'erogatore ha la capacità di elargire la giusta quantità di sostanza, che si presenta come un comune latte detergente: cremoso, liscio, denso al punto giusto.
Va da sé che sul viso risulti assolutamente delicato, soffice e addolcente. La fragranza è altrettanto delicata ma non mi ha colpita quanto quella dell'Aqua Shake, ad ogni modo questa tipologia di prodotto non deve presentare una fragranza troppo marcata. Si è rivelato un ottimo prodotto, uno degli ultimi step che mi concedo prima di andare a dormire per lenire e rimuovere le ultime tracce di trucco senza arrossare e irritare la pelle. Vanta proprietà riequilibranti e seboregolatrici*.

* A base di succo di Aloe Vera, estratto di Opuntia, oli di Oliva e Jojoba bio.
Visualizza l'inci completo qui.

PREZZO: 18,90 €
CONTENUTO: 200 ml





Mi ritengo assolutamente soddisfatta di entrambi i prodotti ed anzi, vorrei incoraggiare Defa Cosmetics a perseguire anche la strada della skincare (senza abbandonare quella cosmetica! come farei senza il mio Tobacco?), che si è rivelata molto interessante e qualitativamente superiore a molti prodotti tra i marchi più rinomati. 

Ne approfitto per chiedervi scusa della mia presenza a singhiozzo, qui e sui social. Spero di risolvere in fretta. Amo questo blog e quello che mi dà, amo scrivere e condividere con voi. Torno presto! 💚

Neve Cosmetics Creamy Comfort: il primo fondotinta liquido

11 ottobre 2017


Tutti aspettavano il giorno in cui Neve Cosmetics avrebbe deciso di presentare un fondotinta liquido e quel giorno è finalmente arrivato. Ho il piacere di presentarvi in anteprima (un po' tardiva) il nuovo Creamy Comfort di Neve Cosmetics.
Idrata come una crema.
Si applica come una crema.
Coccola la pelle come una crema…
Ma è un fondotinta!
Creamy Comfort è disponibile in 9 tonalità:

  • Fair Neutral (chiarissimo e neutro)
  • Light Rose, Light Neutral, Light Warm (chiari)
  • Medium Neutral, Medium Warm (medi)
  • Tan Warm, Tan Neutral e Dark Warm (medio-scuri)

Vediamo innanzitutto gli obiettivi che Neve Cosmetics si era prefissa per questo fondotinta così da capire meglio il prodotto finale:
che fosse più coprente di una bb cream e quindi più uniformante
che riportasse una texture ed una confortevolezza weightless per tutta la giornata
che potesse conferire benefici alla pelle in termini di luminosità e idratazione

Premessa: la mia pelle è normale/secca ed è esattamente la tipologia a cui il prodotto si rivolge.


Caratteristiche

Il fondotinta è presentato in un delizioso tubetto di plastica color malva da 30 ml con tappo a vite. Il design semplice del packaging è impreziosito dalle diciture riflettenti color oro bianco incorniciate da un motivo barocco.
La texture è cremosa e mediamente densa - il che rende già di per sé il prodotto piuttosto coprente essendo questa consistenza in grado di uniformare. Non riporta nessuna fragranza particolare. Sul viso si sente e non si sente e vorrei poter argomentare meglio su questo punto: non si poteva ottenere una confortevolezza che fosse totalmente weightless proprio per via della sua consistenza, che è invece tipica dei fondi liquidi (non in crema) a base d'acqua e quindi molto più leggeri ed inconsistenti - oltre ad essere generalmente meno coprenti. Ad ogni modo, non si ha assolutamente la sensazione di indossare un fondotinta pesante ed anzi resta molto piacevole sul viso.
La coprenza è leggera/media: in caso di evidenti discromie (occhiaie, macchie della pelle) non è in grado di bilanciarne le tonalità lasciandole in trasparenza, ma uniformando l'incarnato. Su pelle secca, ahimè, non si è comportata molto bene mettendone in evidenza le zone più disidratate e ruvide.
Ho trovato comunque una netta differenza di applicazione e resa nei giorni in cui la mia pelle si presentava più curata e luminosa. Dunque - permettetemi la banalità - la skincare ha la precedenza su tutto.


La formula del Creamy Comfort è stata arricchita con olio di jojoba e acido ialuronico. La presenza della silica in questa posizione mi ha suggerito che il fondo si sarebbe asciugato molto in fretta e così è stato, ragione per cui va steso e sfumato molto velocemente. 

Creamy Comfort è anche vegetariano, vegan, privo di siliconi, parabeni, petrolatum e made in Italy.


Applicazione

Si consiglia di applicarlo con le dita procedendo per piccole zone. 
Io invece trovo che questo metodo di applicazione sia più indicato per i fondi liquidi  a base acquosa rispetto a quelli in crema, perché si rischia sempre di stenderlo male rendendo il finish davvero poco omogeneo e un po' pesante. Consiglio quindi di applicarlo con un flat kabuki: le setole piatte di questo pennello permettono di sfumare bene e di ottenere una resa ancora più naturale e fresca.

Ecco cosa faccio io:
  1. Idrato bene il viso e lo inumidisco con un po' di Nebbia Fissante, aspettando che si asciughi
  2. Elargisco il Creamy Comfort sul dorso della mano
  3. Prelevo con il flat kabuki procedendo per zone e sfumando molto velocemente
Vi propongo di testare entrambe le applicazioni e di farmi sapere con quale vi troviate meglio!


Colorazioni


Le colorazioni che Neve Cosmetics ha scelto per questo primo (?) fondotinta spaziano da tonalità chiare a medio-scure, ma nonostante non siano comprese tonalità palesemente scure ho apprezzato il fatto che sia stata riportata una sola tonalità rosata sulle nove disponibili. 
Come sappiamo il colorito rosa è molto raro in Italia ed in tutta l'Europa meridionale, dove la maggior parte delle persone riportano il tipico incarnato mediterraneo caucasico. Sarebbe stato superfluo, secondo me, investire in più fondotinta di questo colore.

A tal proposito vi ricordo che sottotono non è sinonimo di colorito, si tratta di due cose totalmente diverse: il primo riguarda la temperatura della vostra pelle (se calda, fredda o neutra), il secondo è da ricondurre all'effettivo colorito o tono che presenta 'in superficie'. In riferimento vi consiglio la lettura degli articoli scritti e concepiti da Annalisa Affinito (Makeupleasure) che potete trovare qui e qui.

Il fondotinta è da scegliere in base al tono, non al sottotono.

Vi assicuro, almeno da parte mia, che le tonalità chiare siano veramente chiare ed escludo brutte sorprese che potrebbero presentarsi trovando la colorazione scelta più scura del previsto. Per farvi capire: io, che sono un NC25 / C3 di MAC, trovo che il Medium Warm sia ancora un pelo troppo chiaro per me. 

Considerate anche il fatto che possa scurirsi per reazione alla sua ossidazione* sulla pelle: non appena applicato il colore si presenta più chiaro di quanto non sia e bisogna aspettare qualche minuto prima che la vera sfumatura di colore si palesi. 

*Molti fondotinta reagiscono ossidandosi e quindi scurendosi di poco.
PS: Il mio braccio è ancora molto abbronzato ed alcune colorazioni potrebbero risultare molto più chiare di quanto non siano su di voi.
PPS: Perdonate il doppio swatch di Medium Warm, evidentemente dormivo



Per chi è consigliato?

Alla luce dei fatti penso che il Creamy Comfort non sia esplicitamente adatto per pelle secca in quanto il pigmento potrebbe tendere ad accumularsi troppo sulle zone più disidratate e ruvide della pelle rischiando di risultare poco omogeneo, specie se non si procede per zone - come giustamente l'azienda consiglia - o troppo lentamente. Per la stessa ragione non trovo che sia adatto a pelle eccessivamente grassa in quanto le zone critiche soggette a evidenti produzioni di sebo potrebbero comprometterne la resa finale, lucidandosi. Penso invece che possano trovarsi bene coloro che presentano una pelle cui la superficie è ben idratata e generalmente liscia, senza molte imperfezioni e discromie da coprire. 

Osservazioni
  • la skincare quotidiana ha un peso non indifferente sulla resa del prodotto, dunque non pretendete un finish ottimale se la vostra pelle è poco curata
  • considerando che l'ossidazione del fondotinta porti il pigmento a scurirsi sulla pelle, consiglio - se possibile - di testarlo in negozio controllando che quella scelta sia la tonalità giusta per voi
  • l'applicazione del fondotinta con le mani è sempre difficile e rischiosa in quanto la naturale pressione delle dita e conseguente poco controllo di movimento potrebbe far sì che il prodotto si accumuli dove non dovrebbe
  • il prodotto ha un finish molto asciutto e non trovo che abbia bisogno di essere fissato con la cipria, se non su zone soggette a lucidarsi




Vi ricordo che sarà in promo lancio al prezzo di 12,67 € (anziché 14,90) ancora fino a domani 12/10 con spedizione a 0,99!

E questo è davvero tutto quel che avevo da dirvi. Ormai il dado è tratto e chi era interessato all'acquisto sarà già corso in negozio, quindi vorrei sapere la vostra! Vi piace? Come vi trovate?
Copyright © Cosmetic Mind
Design by Fearne